Gravina bosco degli Orimini

Gravina bosco degli Orimini

Gravina e Bosco degli Orimini, all’interno del Parco Terra delle Gravine, si trovano sulla SS172 tra Martina Franca e Taranto.

Visit Parco Gravine vi porta a conoscerle e degustare i formaggi caprini della Masseria Monti Basile, in abbinamento ai vini freschi della Valle d’Itria.

La gravina più ampia oltre a quelle del Vuolo e delle Pianelle, a confine con Crispiano e Massafra, è la gravina dell’Orimini, nei pressi di contrada San Paolo.

La gravina è caratterizzata da bosco di leccio, in taluni tratti ad alto fusto e di notevole interesse ambientale e paesaggistico. Insistono anche radure nel bosco e isolati fragni e roverelle monumentali. I boschi, di proprietà privata, e storicamente pascolati continuano ad esserlo tuttora con gli allevamenti di capre e di eleganti cavalli murgesi dell’azienda agricola Masseria Monti Basile.

Al bosco di leccio si associano fillirea, lentisco, ginestra spinosa e corbezzolo, tipicamente specie della macchia mediterranea. Nelle radure vegetano peri selvatici e terebinti, a carattere caducifoglie.

Ai primi di giugno è possibile ammirare le fioriture della rara Epipactis microphylla, orchidea spontanea tipica di boschi ombrosi e localizzata sul territorio regionale pugliese e nel Parco Terra delle Gravine, e che qui beneficia del fenomeno dell’inversione termica che si instaura sul fondo del vallone.

Altra caratteristica di questa orchidea è la suo intenso profumo di vaniglia. Su uno spalto della gravina dell’Orimini insiste grotta Parco della Vigna, un riparo naturale dove sono stati rinvenuti amigdale ed altri strumenti litici evidenze di frequentazione già nel Paleolitico inferiore – medio da parte dell’uomo di Neanderthal*.

Top

Login


Create an Account!
Forgot Password?
Registration is disabled.

Want to Login?

Forgot Password?