Vallone dell’Inferno

Vallone dell’Inferno

Altre gravine minori di Martina Franca sono il Vallone dell’Inferno e la gravina di San Domenico.

Il nome del Vallone dell’Inferno, in parte di proprietà della monumentale Masseria Tagliente, deriverebbe dalla consuetudine in passato di far svernare le vacche podoliche in questo vallone, sicchè il termine dialettale che indica l’inverno è stato tradotto in Inferno, seppure questo luogo rappresenta un angolo di Paradiso naturalistico. Sia il Vallone dell’Inferno, che la gravina di San Domenico sono ricoperte da fitti boschi di leccio e da macchia mediterranea così come l’intero versante collinare sino a località Monte Papa Ciro e Monte Trazzonara.

Rientra tra le Gravine di Martina Franca. in provincia di Taranto, nello scenario del Parco Naturale Regionale ‘Terra delle Gravine’.

Il Vallone dell’Inferno, è uno degli angoli più affascinanti del territorio martinese, tra boschi, grotte, gravine e masserie.

Al suo interno troviamo Masseria Tagliente, splendida masseria dall’elegante prospetto ottocentesco che domina la piana tarantina. Proseguendo lungo sentieri e mulattiere della transumanza, ci si inoltra nel bosco che ammanta il selvaggio Vallone dell’Inferno. Incontrando i cavalli murgesi al pascolo ed la misteriosa grotta delle Cento Camere, ricca di bianche concrezioni.

La zona del Vallone dell’Inferno è adatta per un Trekking sui suggestivi monti di Martina, lungo gravine boscose, masserie storiche, grotte e viste panoramiche sul Golfo di Taranto.

Giunti in fondo al vallone è presente una suggestiva masseria in abbandono, giusto ai piedi della scarpata murgiana, circondata da uliveti secolari di rara bellezza. Inoltre questa masseria contiene tuttora uno iazzo, ovvero un ricovero coperto per il bestiame, in bella posizione panoramica. Infatti da qui parte un sentiero, tra pascoli di capre e profumata macchia mediterranea, in particolar modo rosmarino.

Top

Login


Create an Account!
Forgot Password?
Registration is disabled.

Want to Login?

Forgot Password?